L'HoloMeeting 7
Home ] Su ] Il LASER HeNe ] Il LASER a diodo ] Il LASER verde ] La scansione con gli altoparlanti ] Lo spirografo ] Il LaserShow ] L'HoloMeeting 1 ] L'HoloMeeting 2 ] L'HoloMeeting 3 ] L'HoloMeeting 4 ] L'HoloMeeting 5 ] L'HoloMeeting 6 ] [ L'HoloMeeting 7 ] L'HoloMeeting 8 ] L'HoloMeeting 9 ] L'HoloMeeting 10 ] L'HoloMeeting 11 ]

 

Ecco l'HoloMeeting del 4 marzo 2006, a Formigine, nel laboratorio di Mauro!

Questo è il report del settimo incontro degli amici di HoloLaser.

Per la visualizzazione di tutti i "filmini" (realizzati con la macchina fotografica) ti serve il codec DivX.

L'appuntamento è per le 9:30 all'uscita dell'autostrada a Modena o alle 10:00 presso il laboratorio di Mauro. Ferruccio quest'anno si è presentato in ritardo, per giustificati motivi ;-) , e così, non sapendo chi ancora dovesse arrivare all'appuntamento dell'autostrada, io, l'altro Alberto, Luca e Filippo abbiamo deciso di recarci presso il laboratorio di Mauro. Lì abbiamo trovato gli altri e la festa è iniziata! 

La prima cosa che abbiamo visto è stato un bel LASER a CO2 da 60W, raffreddato ad aria.

Il LASER era acceso e proiettava lo spot su una piastrella, con l'effetto di renderla incandescente, nonostante non sia stato focalizzato. Meno male che noi del gruppo sappiamo che cosa vuol dire un LASER a CO2 acceso!

Ci siamo spostati quindi nella seconda metà del capannone dove è installato il banco ottico antisismico di Mauro. Si può vedere bene lo specchio parabolico che serve per rendere non divergente il fascio aperto dall'obiettivo per microscopio.

Qui si vede il banco ottico dall'altro lato: è costituito da blocchi di cemento tenuti pressati uno contro l'altro dai tiranti visibili sui fianchi. Appoggia su altri blocchi di cemento; tra i due strati ci sono 6 camere d'aria che assicurano l'isolamento dal il pavimento.

Un'altra vista del banco ottico: in primo piano, sulla destra, si vede l'intelaiatura del portalastra.

Un'ultima veduta, dall'alto, del banco ottico. Mauro ci ha promesso che nel pomeriggio ci darà una dimostrazione della creazione di un ologramma!

Si passa ora in un'altra zona del capannone-laboratorio in cui Mauro ci mostra alcuni suoi ologrammi.

Ovviamente la foto di un ologramma non riesce a rendere la spettacolarità dello stesso ma questo era particolarmente luminoso e ben riuscito che non ho resistito.

Sicuramente l'ologramma più curioso e bello è però questo, visibile qui sotto: è una scatoletta di legno  contenente alcuni piccoli oggetti; la metà inferiore è coperta da un ologramma che raffigura gli stessi oggetti sotto di esso. Si è portati a chiedere "Come mai hai messo un vetro verde ...?" Ma nel laboratorio di Mauro naturalmente una simile banalità non è nemmeno contemplata! Se clicchi qui puoi vedere un breve filmino che rende bene l'idea.

Qui qualcuno ha tirato fuori un lente in Seleniuro di Zinco per chiedere un consiglio circa la sua pulitura a Giancarlo.

Finalmente Cristiano è riuscito a mettere le mani su un Argon multiriga! Ovviamente non vede l'ora di mostrarcelo acceso.

Lo spettro prodotto è bellissimo: soprattutto il violetto che però purtroppo non è visibile nella foto.

Mauro ci mostra la potenzialità del suo LASER a CO2 deflesso da due galvanometri: vengono marchiati telefoni, lastre di legno e altri oggetti. Qui si può vedere il LASER durante una marchiatura.

Questo qui sotto è il tubo di un CO2 da 60W che Giancarlo ci ha portato. Per inciso, Giancarlo è il titolare della Spectral, una ditta specializzata nella produzione di LASER a CO2 e HeNe. È in grado di fornire sia i tubi che i relativi alimentatori.

Finalmente arriva Ferruccio, poco dopo mezzogiorno.
Anche Gianpietro arriva più tardi, poco prima di pranzo.

Gianlorenzo ci mostra il suo LASER a CO2 cinese, dotato di raffreddamento ad acqua a circuito chiuso con dissipatore: anche lui tira incandescente la piastrella!

Qualcuno dice: ma non si va a pranzare? È ora! Qui si può vedere il gruppo a metà del pranzo.

Finalmente la foto di gruppo!
Da sinistra a destra: Fabio Bragonzi, Luca Seghizzi, Matteo Arosio, Giancarlo Aniballi con sua moglie Priscilla, Edoardo Giannaro, Luca Galbiati, Cristiano Perrucci, Roberto Cicioni, Andrea Verniani, Gianlorenzo Comunian, Ferruccio Fabbri, Matteo Bicego, Paolo Meloni, Enrico Palazzo, Alberto Rubinelli, Filippo Storari e Alberto Marturini.

Purtroppo nella foto mancano, perchè si sono incamminati troppo presto verso il laboratorio di Mauro: Mauro Melotti, Gianpietro Grossi, Franco Roana e Riccardo Carcano. 

Una volta tornati di nuovo nel laboratorio, si realizza l'ologramma promesso nella mattinata. Alcuni stanno al di fuori, altri dentro della camera oscura, in silenzio durante i 50 secondi di esposizione.
Qui sotto si vede Mauro che sta effettuando il risciacquo finale della pellicola dopo lo sviluppo e la sbianca.

Ed ecco finalmente l'ologramma! Si tratta di due macchine fotografiche sovrapposte: ovviamente in questo contesto non interessa più di tanto il soggetto quanto l'aver visto realizzare un ologramma dal vivo.

Nel frattempo tanti sono partiti per tornare a casa.
Siamo ormai rimasti in pochi e Mauro ci mostra un nuovo acquisto: un plotter da marcatura con una risoluzione altissima. È equipaggiato con un LASER pulsato a CO2. Lo proviamo per marcare una piastrella.
Se clicchi qui lo puoi vedere in funzione.

Dopo poco ci congediamo, sono ormai le 19 passate, perchè Mauro ha un forte mal di schiena e non ce la fa più ... grazie Mauro!

 

Se qualcuno capita in questa pagina e vuole iscriversi alla mailing-list HoloLASER, clicchi su http://groups.yahoo.com/group/Hololaser/.

 

Per vedere le statistiche di accesso a questo sito dal 9 agosto 1999:
To have a look at the statistics of this site from August 9, 1999:

Torna in cima alla pagina
Back to top

Copyright © 1999-2018 Alberto Marturini

Pagina aggiornata il: 5 marzo 2006.
Last update of this page: March 5, 2006.

$