L'HoloMeeting 1
Home ] Su ] Il LASER HeNe ] Il LASER a diodo ] Il LASER verde ] La scansione con gli altoparlanti ] Lo spirografo ] Il LaserShow ] [ L'HoloMeeting 1 ] L'HoloMeeting 2 ] L'HoloMeeting 3 ] L'HoloMeeting 4 ] L'HoloMeeting 5 ] L'HoloMeeting 6 ] L'HoloMeeting 7 ] L'HoloMeeting 8 ] L'HoloMeeting 9 ] L'HoloMeeting 10 ] L'HoloMeeting 11 ]

 

Ecco l'HoloMeeting del 21 ottobre 2000, a Bologna, nella pizzeria!

Questo è il report del primo incontro degli amici di HoloLaser.

Premessa: io non ho partecipato a questo HoloMeeting. Quanto puoi leggere qui sotto è il frutto di testimonianze e foto fornite dai partecipanti, nonché da quanto estratto dai messaggi di HoloLaser.
Ho pensato di scrivere questo report a beneficio di chi, come me, quel giorno non c'era.
Le foto, tranne dove indicato, sono di Ferruccio.

Sembra che l'appuntamento sia stato scelto tenendo ben presente un fattore fondamentale: doveva essere un posto dove si mangiava bene! Questa era la cosa importante. Vedi il messaggio 542.

Il luogo venne concordato a Bologna, in fianco alla stazione ferroviaria, dove arrivarono in treno Paolo, Maurizio ed Enrico. Invece Ferruccio, Alberto, Mauro e Gianpietro arrivarono in auto.
L'incontro era per le 11:00.

Il punto per incontrarsi fu definito attraverso una cartina, rigorosamente in ASCII art (a proposito, hanno anche fatto Star Wars!  :-)), postata nella lista:

> "X" è il punto d'incontro.

> -----------------------------------------
>                    strada
> ------|                          X-------
>       |                          |
>       |          piazza          |
>       |                          |
>       ----------------------------
> SX                    (STAZIONE)       DX

Il secondo problema fu quello di trovarsi, in un luogo pubblico, senza conoscersi.

Racconta Ferruccio: "Trovarsi davanti alla stazione fu un incubo! Con problemi di fermata e sosta in quella zona trafficatissima ... poi non ci conoscevamo neanche! Enrico creò un badge identificativo per riconoscerci ... che postammo qui, ognuno poi ci applicò la sua foto e nome (io conservo ancora quel mitico Badge!)".

Eccolo! Qui sotto puoi vedere quello di Ferruccio!

Prosegue Ferruccio: "Non sapevamo neanche dove andare per fare il Meeting! Ci trasferimmo prima all'Ipercoop di via Beverara ... ma li non trovammo uno spazio idoneo per parlare, allora ci trasferimmo A PIEDI al ristorante "Cupido".

Nella foto qui sotto si vede Alberto che sta decidendo che cosa mangiare. ;-)

Da notare il badge indossato da Alberto!

In attesa dei suoi spaghetti alle vongole, Gianpietro osserva attentamente un ologramma.

Gianpietro racconta: "Praticamente essendoci trovati in una pizzeria, ci siamo messi subito tutti a tavola: durante il pranzo-conversazione, ogni tanto qualcuno estraeva dalla propria borsa un oggettino o una lastrina o qualche altra piccola diavoleria".

Quella qui sotto e quella precedente sono le uniche due foto (tra quelle a mia conoscenza) che ritraggono Paolo.

Per chi non lo sapesse, ma basta andare a leggere i primi messaggi della lista (diciamo i primi 1000!!!) per rendersene conto, Paolo è stato un iscritto importante di HoloLaser. È stato uno dei primi iscritti e si è prodigato di consigli ed esperienze. Ha anche scritto le prime FAQ in italiano sull'olografia.

Mentre si mangia la pasta (vongole e carbonara), Maurizio osserva l'album di fotografie di Gianpietro.

Il pranzo continua ...

L'album di foto è passato ad Enrico!

Si entra sempre più nel vivo ... ora tocca a Ferruccio ammirare la foto dell'ologramma del riccio di violino che Gianpietro ha realizzato per l'Euratom di Ispra. Questa foto è di Paolo.

Ferruccio fotografa una lastrina Agfa 8E75 di Gianpietro: raffigura una mascherina metallica.

La stessa lastrina da un'angolazione diversa.

Racconta Ferruccio: "Dopo pranzo, tra lo stupore dei pochi clienti, iniziammo ad armeggiare con il laser He-Ne da 8 mW e gli ologrammi fatti da Gianpietro e Paolo Zorat. Parlammo e osservammo ologrammi finché i camerieri non iniziarono a smobilitare il ristorante ...".

Un ologramma transmission di Gianpietro; più dietro si vede l'obiettivo da microscopio usato come beam expander.
Altri ologrammi erano stati portati da Enrico e da Ferruccio.

Questa è la foto della lastra master utilizzata per produrre l'ologramma della mascherina. Si vede nettamente il riflesso dell'obiettivo della macchina fotografica di Ferruccio.

Qui sotto si vede bene l'armamentario olografico di Gianpietro. A sinistra del tubo LASER si vede il supporto dell'obiettivo da microscopio Si vedono anche i contenitori porta lastre e la scatola arancione con la scritta "NON APRIRE".

Racconta Alberto: "Ricordo ancora adesso le facce dei due camerieri (uno forse era il titolare) quando cominciammo ad accendere il LASER :))). All'inizio ridevano ... poi iniziarono a fare facce di preoccupazione :)".

Anche Alessandro conferma: "Dovevi vedere l'espressione del gestore del locale quando abbiamo acceso il laser e quando visionavamo gli ologrammi ... :-)".

La foto ricordo. Da sinistra: Gianpietro Grossi ( Cremona), Alessandro Fregni ( Modena), Alberto Rubinelli ( Novara), Maurizio Vannoni ( Firenze), Enrico Palazzo ( Ravenna), Ferruccio Fabbri (Viserbella - RN). Paolo Zorat (Trieste) sta scattando la foto. Questa foto e la seguente sono di Gianpietro.

Un'altra foto ricordo: i partecipanti ora si sono scambiati di posto. Peccato che sia ancora Paolo a scattare la foto. Purtroppo la foto ufficiale è senza di lui!

Alberto pensa ad un possibile secondo incontro ... "Il primo che dice che sono tutte scuse che invento per mangiare lo laserizzo :)))" ... ZOT! AAAHH!  ;-)

Se qualcuno capita in questa pagina e vuole iscriversi alla mailing-list HoloLASER, clicchi su http://groups.yahoo.com/group/Hololaser/.

 

Per vedere le statistiche di accesso a questo sito dal 9 agosto 1999:
To have a look at the statistics of this site from August 9, 1999:

Torna in cima alla pagina
Back to top

Copyright © 1999-2018 Alberto Marturini

Pagina aggiornata il: 22 dicembre 2008.
Last update of this page: December 22, 2008.